giovedì 23 febbraio 2017

Quello che ci piace | Una casa col Cuore

un cuore pieno di ricordi 

“Tutti dicono che il cervello sia l'organo più complesso del corpo umano, da medico potrei anche acconsentire. Ma come donna vi assicuro che non vi è niente di più complesso del cuore, ancora oggi non si conoscono i suoi meccanismi. Nei ragionamenti del cervello c'è logica, nei ragionamenti del cuore ci sono le emozioni.”
(Rita Levi-Montalcini)

Lo scorso post era dedicato a idee facili e veloci per decorare la casa a tema "cuoricioso" per San Valentino, ma per chi non può stare senza cuori anche durante il resto dell'anno ecco qualche idea un pochino più definitiva: 

un quadro pieno di cuori
un cuore che coniuga riciclo e decori classicheggianti
per appunti cuoriciosi
con i tappi
per chi ama cucire
cuori sulle tende
con avanzi di pallet

giovedì 9 febbraio 2017

Viva il fai da te! | Feed your love


"Fiorirà sempre più bello, più fresco, più leggiadro, 
perché è vero amore, 
e perché l'amore vero cresce sempre. 
È una bella pianta che cresce di anno in anno nel cuore, 
allungando sempre i suoi rami, raddoppiando ad ogni stagione i suoi grappoli e profumi inebrianti: 
e, vita mia, dimmi, ripetimi sempre che niente guasterà la sua corteccia o le sue foglie delicate, che crescerà più grande in entrambi i nostri cuori, amato, libero, curato, 
come una vita all'interno della nostra vita."
(Honoré de Balzac)

L'Amore ha bisogno di essere curato, sì. E amato, anche. Ne siamo convinte e vogliamo interrare, coltivare e nutrire anche noi il nostro piccolo seme, che darà un frutto forte e meraviglioso!

La nostra amica Francesca (proprio lei, quella di Una casa a modo mio in un mondo nuovo!  ha aperto da qualche tempo questo blog dove raccoglie insieme ad un'amica idee-regalo rigorosamente fatte a mano. 
Per la cura a base di Amore di questo mese ci ha regalato un suo quadretto (qui lo trovate nella versione in legno), che potete stampare, colorare e decorare per poi incorniciarlo e fare a Voi, alla vostra Famiglia, alla vostra Casa, un regalo di San Valentino fatto col cuore!

Sì, perché l'amore va festeggiato non solo tra innamorati ma con tutte le persone (e le cose 😊) che ci rendono felici per l'Amore che ci sanno donare!

Anch'io ne farò una mia versione, per non scordarmi mai che l'Amore va nutrito di cose buone: di cura, tempo, dedizione.

Che ne dite? Lo fate anche voi e poi ci fate vedere i vostri risultati? Chissà quante diverse interpretazioni ne verranno fuori! ;)

lunedì 6 febbraio 2017

Cuore = Amore

Cuore = Amore

Ci vogliono le mani per costruire una abitazione, ma solo il cuore può costruire una casa.
(Anonimo)

Siamo appena entrati nel mese dell'Amore! Una casa a modo mio lo festeggerà a modo suo, con post dedicati al Cuore, simbolo di quell'Amore che tutti cerchiamo e desideriamo circondarci.
C'è un gran bisogno di Amore, soprattutto in questi periodi, lo sappiamo tutti. Nella casa, nido e rifugio che deve necessariamente contenere e dispensare amore puro, l'Amore deve essere - a nostro parere - più visibile e tangibile che mai. Si deve vedere, toccare e respirare. Deve salutarci quando usciamo e accoglierci al nostro rientro. Deve essere il centro, il caldo, il focolare.
E deve essere presente in tutti i campi della nostra vita: a proposito, per festeggiare l'amore per la lettura ricordatevi di visitare il nostro amico ZeBuk e di liberare l'amore per la lettura anche voi! trovate qui tutte le info.

E per voi? Quanto è importante il Cuore nella vostra vita? Di quanto amore vi circondate? Come fate a vederlo, a materializzarlo nella vostra casa?


martedì 31 gennaio 2017

Mi casa es tu casa/ L'arte della felicità

"Ma come fai ad avere voglia di metterti a fare i biscotti, adesso?"
"Davvero ti va di preparare l'impasto per la pizza, con tutte le cose che hai da fare? Non è meglio se lo compriamo?"
"Beata te, che hai tutto questo tempo per fare i dolci!"

Quante me ne sono sentita dire (ed è così sempre), solo perché passerei la mia vita in cucina a impastare, provare, sperimentare, inventare... Se penso alla parola "hygge", io penso immediatamente a questo: me che preparo cose che rendono felici le persone. Tutte. Quelle che amo, quelle che mi stanno simpatiche, quelle che non conosco e che raggiungo solo con una fetta di torta o un pezzo di focaccia coi pomodorini. 
Per me l'arte della felicità è saper star bene, dovunque e comunque, è riuscire a creare un senso di intimità e di calore in qualunque posto, perché in fondo la verità è che stiamo bene con noi stessi.
Io non so se ci riesco, con me stessa sono perennemente in guerra, a dire la verità! Ma la mia parte hygge viene fuori a darmi pace solo quando sono qui, tra farina, lievito e odore di vita che prende forma.


... E voi? Qual è il vostro luogo hygge della casa?

Ce lo raccontate, mentre ci gustiamo insieme uno di questi profumati biscottini, ricchi di confettura ai fichi e mandorle croccanti...?

BISCOTTINI AI FICHI E MANDORLE
ispirati dal blog Fornelli Profumati

 
Ingredienti

Per la pasta frolla

400 gr di farina 00
100 gr di zucchero
200 gr di burro
2 uova grandi
1 cucchiaino raso di lievito
la buccia grattugiata di un limone o di un'arancia bio
1 pizzico di sale
2 cucchiai di marsala

Per il ripieno

420 gr di fichi secchi
80 gr di mandorle 
1 l di acqua
4 cucchiai di miele
2 cucchiai di zucchero di canna
la buccia grattugiata di un'arancia
1/2 cucchiaino di sale
1/2 cucchiaino di cannella

Preparate come prima cosa il ripieno.
Tritate grossolanamente le mandorle e mettetele in una pentola con i fichi tagliati a pezzetti piccoli, l'acqua, lo zucchero, il miele, la cannella, la buccia dell'arancia e il sale. Portate a bollore e cuocete la confettura a fiamma moderata, fino a che sarà diventata densa e morbida e i fichi si saranno quasi disfatti. A questo punto, frullate leggermente col minipimer e fate raffreddare.

Dedicatevi ora alla frolla.
Versate in un recipiente la farina con il lievito, il sale e il burro a pezzetti. Impastate fino a ottenere grosse briciole, aggiungete lo zucchero, le uova, la buccia dell'arancia e il liquore e impastate brevemente. Dovrete avere un impasto omogeneo e liscio (se dovesse risultare troppo secco, aggiungete un cucchiaio di latte o acqua). Fate riposare l'impasto in frigo per almeno 1 ora.

Stendete la frolla sul piano di lavoro spolverizzato di farina e ricavate delle strisce di circa 8 cm di larghezza. Al centro delle strisce spalmate la confettura di fichi e mandorle, spennellate i bordi con un goccio di latte e ripiegate i bordi in modo da chiudere bene il ripieno nell'impasto.
Tagliate ogni striscia in pezzi di circa 5 cm, girate con la chiusura verso il basso e posizionateli sulla teglia rivestita di carta forno.
Infornate in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti, finché saranno ben dorati.
Fate raffreddare su una gratella e conservateli in una scatola di latta.
 


giovedì 26 gennaio 2017

Quello che ci piace - Una tazza di the ...o tisana

Non v’è problema così grande o grave che non possa essere diminuito da una buona tazza di tè.
(Bernard-Paul Heroux) 


Nello scorso post su una casa Hygge ho distrattamente saltato le bevande calde, caposaldo della filosofia hygge, quale migliore occasione per ricavarne un nuovo post?
Non so voi ma io adoro le tisane, la mia preferita quest'inverno è stata la mela con cannella.

lunedì 23 gennaio 2017

Quello che ci piace - Una casa hygge


La vita è fatta di piccole felicità insignificanti, simili a minuscoli fiori. Non è fatta solo di grandi cose, come lo studio, l’amore, i matrimoni, i funerali. Ogni giorno succedono piccole cose, tante da non riuscire a tenerle a mente né a contarle, e tra di esse si nascondono granelli di una felicità appena percepibile, che l’anima respira e grazie alla quale vive. (Banana Yoshimoto)