giovedì 21 settembre 2017

Settembre. Ma come, è già finito?

Settembre!

I giorni di settembre sono qui,
con dell’estate il meglio del tempo,
e dell’autunno il meglio dell’allegria.
(Helen Hunt Jackson)

Ci siamo concesse un rientro lento e molto, molto elastico.
Settembre è già quasi finito e neanche abbiamo pubblicato un editoriale che parlasse del nostro tema del mese, ohibò!
Volevamo scrivere di rientri, di scuola, di cose da riorganizzare per una partenza alla grande, e invece... :D
Ma va bene così, c'è sempre tempo per riorganizzare, fare pulizie e mettere in atto un raid di decluttering, per studiare una nuova disposizione degli arredi. Vero?

Intanto, in questo strano editoriale di fine mese (domani è il 22 settembre, inizia l'autunno: voglia di casa e di atmosfere calde e accoglienti. Noi ci stiamo preparando! 😊) vi raccontiamo alcuni suggerimenti che abbiamo colto in giro per il web, che ci hanno ispirato nuove idee per riordinare e cominciare a ricreare l'ambiente giusto per accogliere gli amici dentro casa.

Esterni

Terrazza? Balcone? Portico? Qualcosa di più? In ognuno di questi casi questo è il momento di dedicare un'attenzione in più alla cura degli arredi in legno o in metallo: protezioni contro il freddo, scartavetrature, olio da passare, protezioni varie e coperture per quegli oggetti che dovranno sopportare il clima rigido invernale.

E poi, ancora:
  • liberare e pulire le grondaie
  • riavvolgere i tubi di gomma per l'irrigazione
  • pulire barbecue e caminetti esterni (oddio, io spererei di riutilizzarlo ancora, almeno qualche volta!) 
  • sistemare i giochi da esterno per i bambini
  • lavare o sostituire lo zerbino
  • controllare e oliare le cerniere delle porte e delle finestre

Interni

E dentro casa, invece? 
Abbiamo scoperto il sito europeo di Assocasa, dove potete trovare una miriade di consigli di igiene e di pulizia sostenibile per ogni spazio e arredo della casa. Si può fare addirittura un tour virtuale per le stanze di una casa, cliccando su oggetti e pareti per scoprire quali siano i metodi o i prodotti adatti per la pulizia (in verde i consigli sulla sostenibilità, in rosso quelli sull'igiene, in blu i prodotti da utilizzare).

Cosa aspettate allora? Tutti pronti, con entusiasmo e leggerezza, panno alla mano e via, che inizia un nuovo anno! ;)

lunedì 11 settembre 2017

Quello che ci piace | Un angolo per studiare



una casetta attrezzata per i più piccini

Superiamo l’idea che solo i ragazzi
debbano dedicare il loro tempo allo studio.
Si è uno studente finché si ha ancora qualcosa da imparare,
e questo significa per tutta la vita.
(Henry L. Doherty)

Settembre mese d'elezione per ricominciare, i ragazzi riprendono ad andare a scuola, quale migliore occasione per pensare ad organizzare o rinnovare l'angolo studio?
un angolo retrò
parallelepipedi e lavagna da abbinare con creatività
una mini postazione per due, attrezzatissima

maxi postazione con note di colore

nell'armadio


con materiali di riciclo
multicolor
E se queste idee non vi bastano andate a dare un'occhiata qui! :)

lunedì 31 luglio 2017

Viva il fai da te! | Hand Lettered Love, io ci provo!

Greg Abbott
Andiamo, ditemi la verità: non vi viene voglia di provarci? di ricalcare queste lettere splendidamente ricche e arzigogolate, di passare Tempo con la T maiuscola a colorare e decorare un cartoncino nero con la matita bianca, di replicare i fiori e le foglie che se ne stanno lì tra le parole?

Da un po' di tempo a questa parte mi è ripresa la passione per l'hand lettered, per le parole scritte a mano con caratteri grafici ricercati. Ho postato una di queste frasi su FB poco tempo fa, devo ricordarmi di mostrarvi il risultato...
Paper Crave propone spesso rassegne di questo tipo: io le adoro! Ogni volta mi perdo tra le frasi, i riccioli, i disegni e li vorrei tutti TUTTI esposti in casa mia! Ma le pareti finiscono presto, e lo spazio verticale deve lasciare spazio al respiro, lo so.

Allora mi limito a sognare ancora un po', ridacchiando sotto i baffi perché ho appena deciso che visto che non posso riempire le pareti di casa mia posso sempre usare quelle degli altri... e allora vai di regali fai da te! :)

Ma... la traduzione di questa frase? Come sempre, dipende molto dal contesto in cui viene usata la frase. Quella che a me piace di più, quella che sento più mia, è:

Quello che arriva facilmente
se ne va facilmente

Come dire che le cose guadagnate col sudore della fronte sono più durature. 
Come a dire che la pappa pronta è facile ma volatile. 
Come a dire che quando una cosa te la guadagni con più fatica la soddisfazione è maggiore.

Insomma:

Easy come
easy go!

In inglese è molto più easy e musicale. Gli inglesi hanno parole brevi per indicare concetti molto profondi, mi piace tanto questa loro praticità, dovrei imparare a farla un po' più mia... :)

E vi dirò, ancora più musicale è la versione spagnola:
Asì se viene y asì se va
Quasi quasi provo a riscriverlo anche in spagnolo... ;)

lunedì 24 luglio 2017

Quello che ci piace | Un rifugio tra i monti



uno chalet da sogno

Se sei in cerca di angeli o in fuga dai demoni,
vai in montagna.
(Jeffrey Rasley)

Tempo di vacanze, di week end al mare e brevi fughe tra i monti tra cieli azzurri e lunghissime passeggiate, per chi ha la fortuna di possedere una casetta eccovi qualche idea per arredarla e per chi non ha questo privilegio sognare insieme a noi non costa nulla :)

un soggiorno in stile tirolese dai color chiari
una parete in pietra con grande finestra panoramica
un accogliente nicchia
una camera tutta in legno
una calda stufa
un bagno molto particolare
e anche in giardino nulla è lasciato al caso 
e se ancora non vi basta sognare date un occhiata qui 

giovedì 13 luglio 2017

La veranda | Un'estate al fresco

Foglie tropicali - Via Freepik
Ancora e ancora, il grido instancabile delle cicale
trafigge l’aria afosa dell’estate
come un ago al lavoro su uno spesso panno di cotone.
(Yukio Mishima)
Ultimamente sono poco presente su alcuni fronti della mia vita (che, a volte, mi viene da pensare sia un po' sconclusionata, vero?), latito sul web, latito nei social e mi concentro sui bambini, sugli amici e sul lavoro.
Sto valutando alternative, sto facendo progetti e concludendo minime cose. Passi piccoli, molto piccoli, ma sono sicura che da qualche parte mi stiano portando: ad una certa consapevolezza di me, se non altro.

Fuori il sole spacca, le cicale si sfiniscono godendosi una felicità troppo breve e io, che non mi sono mai lamentata del caldo, stavolta accuso, sul serio. Sarà l'età...?
C'è voglia di fresco, sì, di bevande dissetanti, di verde e ombra e brezza che faccia respirare. E da quando, bighellonando sul web, mi sono imbattuta in queste foglie, sto pensando a come utilizzarle per ricreare almeno l'idea della frescura anche qui, nell'afa della vita quotidiana...
Ancora cicale mentre guardo fuori dalla veranda. Proprio non vogliono saperne di smettere di cantare, altro che formichine! E i bambini le imitano, correndo e gridando: sembra che loro il caldo non lo sentano proprio. E non li spengi, eh, se non la sera, dopo ripetuti richiami, dopo minacce scherzose e coccole e abbracci appiccicosi e un'altra doccia, l'ennesima. 
Ci vorrebbe un lavoro che li faccia concentrare, qualcosa che per qualche minuto almeno li tenga al tavolino della veranda. Non si annoiano mai, i miei bimbi, perché ne hanno più di un'occasione: sono sempre stata contro i troppi impegni extrascolastici, ho sempre pensato che la noia sia positiva quando spinge a inventarsi giochi nuovi, storie, spettacoli, sogni.
Però oggi c'è bisogno di fermarli, di attirare la loro attenzione e di tenerli all'ombra.
Ho già qualche idea: alcune di quelle foglie lassù si trasformeranno in ventagli di cartoncino decorati dai bambini, altre diventeranno tovagliette da colazione-pranzo-merenda-cena (da plastificare? da ricamare? da dipingere su stoffa?). E poi non sarebbe male inventarsi una festa a tema, utilizzando questa base per decorare ogni cosa, dalla tavola al cibo, perché no?
Insomma, la fantasia come al solito sarà l'ingrediente fondamentale. Vediamo cosa produrrà stavolta!

Nel frattempo buone vacanze a tutti quanti
e buona estate al fresco! :)


p.s.: fatevi ispirare anche da lei, se vi è presa voglia di foglie, fresco, verde da colorare! ;)

giovedì 22 giugno 2017

Quello che ci piace | Arrediamo il giardino

vasi a parete
Dio amava i fiori e ha inventato il suolo. L’uomo amava i fiori e ha inventato i vasi.
(Jacques Deval)



Nello scorso post vi abbiamo mostrato come dare colore al giardino con aiuole e bordure, ora pensiamo a scegliere qualche arredo per renderlo ancora più piacevole da vivere:

con arredi vintage 
un tavolino da materiale riciclato
mobili vecchi resi più shabby che mai!
io adoro le panchine! ;)
una rilassante amaca
riciclando pallet
una sdraio di tronchi

sdraio e tavolino in tinta

Se queste idee ancora non vi bastano date un occhiata qui